La triste fine di #ServizioPubblico e di #Santoro, nonostante #Travaglio

santoro.jpg 07/02/2014 by {ThElMan}

Per tanti anni Santoro é riuscito a vendersi bene, molto bene. Troppo bene.

Era un giovane barone dell’informazione, Santoro, quando i re Zavoli, Montanelli e Biagi dettavano la linea raccontando la veritá, venendo epurati ed estromessi, eppure continuando a resistere, ad informare, ad essere un punto di riferimento per l’informazione italiana.

La scomparsa dei Re promosse il Barone in Principe e “l’editto bulgaro” lo trasformó in martire, conferendogli una visibilitá unica, mai avuta prima.

Un grande imprenditore riesce a comprendere anticipatamente i cambiamenti del mercato e a fare di necessitá virtú. Questo accadde al sig. Santoro Michele, giornalista e conduttore televisivo, che cavalcó l’onda e non si fece travolgere.
Il suo “Servizio Pubblico” cambió le regole del gioco, riuscendo ad essere prodotto senza sottostare alle produzioni TV asserite alla politica.

Sembrava un bel sogno, quello di “Servizio Pubblico”: finalmente la libertá di stampa aveva avuto la meglio e il Principe paladino avrebbe salvato l’Italia e il mondo dalla malainformazione organizzata.

Accadde peró che il Cavalier Berlusconi Silvio venne invitato in trasmissione e accadde anche che ribaltó e asfaltó Santoro, Travaglio e tutto il cucuzzaro. Fu barbina la figura di tutto lo staff di “Servizio Pubblico”, che perse credibilitá e che praticamente resuscitó politicamente un vecchio signore che da lí a poco sarebbe diventato un pregiudicato.

La rivoluzione mediatica di “Servizio Pubblico” e di Santoro si concluse dopo quella puntata. L’unico che riuscí a rimanere a galla fu Travaglio il quale, nonostante lo scivolone con Berlusconi, mantenne la luciditá del cronista di razza e continuó ad informare i lettori e i telespettatori con i suoi bustoni di informazione che ogni volta, come secchiate di acqua gelida, contribuiscono a mantenere l’Italia in discesa controllata verso le posizioni piú infime della classifica della libertá di stampa mondiale, evitandone l’affossamento rapido.

Ieri sera, durante l’ultima puntata di “Servizio Pubblico”, abbiamo assissito alla demolizione incontrollata di Michele Santoro da parte proprio di Travaglio. Sono finiti i tempi dove i due andavano a braccetto, quando c’era da tirare su un programma ed entrambi portavano acqua al mulino. Ora é rimasto soltanto Travaglio ad andare oltre il teatrino, a vergognarsi visibilmente di ospiti come la Santanché, Sgarbi e altra gentaccia del genere. Il sig. Santoro riesce a cambiare idea due o tre volte durante le tre ore di trasmissione, imboccando giovani e imberbi deputati del PD sulle corrette risposte da dare, soprassedendo su temi importanti scomodi ai vari deputati e senatori del modellino unico, riuscendo a creare confusione anche su un tema come le intercettazioni di Napolitano.

E proprio durante la puntata “Stato Criminale”,  é addirittura riuscito ad evitare di trasmettere le imbarazzanti intercettazioni che riguardavano Sua Maestá Giorgio Re Napolitankhamon , professione Presidente della Repubblica Italiana, mentre in studio i portavoce del M5S Giulia Sarti e Luigi Di Maio illustravano le ragioni della richeista di Impeachment contro, appunto, Sua Maestá Napolitano, dichiarando incredibilimente “Le trasmetteremo dopo perché non voglio dare un assist al MoVimento Cinque Stelle”.

Caro Santoro, se questa é l’informazione libera della quale tanto ti vanti, beh, forse leggere “il Giornale”, “La Repubblica” o “L’Unitá” resta piú onesto, che almeno la loro faziositá é dichiarata e non nascosta dietro falsi e accattivanti sorrisini e autocelebrazioni mediatiche.

**

TUTTO IL FANGO MINUTO PER MINUTO

Blog: https://tuttoilfangominutoperminuto.wordpress.com/
Facebook:  https://www.facebook.com/pages/Tutto-il-Fango-Minuto-Per-Minuto-la-Controinformazione-a-Cinque-Stelle/471981799541447
Youtubehttp://www.youtube.com/user/TUTTOilFANGOminXmin
Twitter https://twitter.com/TutFANGOminXmin
Skype: tuttofangominutoxminuto
Mailtuttoilfangocontrom5s@gmail.com

Annunci

4 thoughts on “La triste fine di #ServizioPubblico e di #Santoro, nonostante #Travaglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...