Quando la #Shalabayeva non la considerava nessuno: la denuncia di #Giarrusso

Conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri sulla sospensione dell'IMU e del rifinanziamento della CIG

16 luglio 2013 – by [Ci8]

Era l’8 giugno 2013, più di un mese fa. Il Senatore Giarrusso denuncia quello che ora è un caso internazionale e una vergogna per questo Paese assurdo. Unico tra giornali e tv a parlarne è stato Il Fatto Quotidiano, ovviamente ed è da lì che Giarrusso prende spunto per la sua denuncia in aula. Denuncia passata nel vuoto non solo dell’aula stessa, ma anche del sentire comune.

Nessuno può sapere cosa succederà. I nostri Ministri, e politici in generale, hanno delle vere e proprie facce di bronzo e non credo che questo possa portare alla sfiducia di Angelino o di Emma (sembrano i nomi di due cantanti star delle ragazzine odierne). Non si dimetteranno e non li faranno dimettere, nonostante la mozione di M5S e SEL.

Abbiamo piacere di pubblicare il discorso di Giarrusso di un mese fa corredato da video.

Perchè siamo sempre i primi, ma ci oscurano e ci rendono ultimi.

http://www.youtube.com/watch?v=0VZ76p6Zy1s&feature=share

Presidente, Colleghi,
ho appreso dalla stampa che nella notte dello scorso sabato oltre 50 poliziotti, avrebbero prelevato presso una abitazione di Roma la signora Alma Shalabayeva e la figlia di soli sei anni e le avrebbero costrette con la forza ad imbarcarsi su un aereo privato che attendeva presso l’aeroporto di Ciampino per essere condotte in Kazakistan.
Il marito della Signora Shalabayeva, padre della bambina, è uno dei principali oppositori del regime Kazaco, già in passato imprigionato e sottoposto in Kazakistan a trattamenti inumani e che per tali ragioni gode dello status di rifugiato politico in Gran Bretagna.
Quando ho appreso questa notizia, signor Presidente e signori colleghi, mi sono profondamente vergognato di essere un cittadino italiano.
Mentre in queste aule si stava ratificando la convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne, il nostro governo, lo stato italiano, usava la forza, per consegnare una donna ed una bambina innocenti, ad un governo che è accusato da Amnesty International di calpestare i diritti umani.
Mi chiedo, come sia potuta accadere una cosa simile
Colleghi!
Non c’è bisogno di citare l’art. 19 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea del 26 settembre 2000, secondo cui è vietato allontanare, espellere o estradare uno straniero “verso uno Stato in cui esista un rischio serio di essere sottoposto, alla tortura o ad altre pene o trattamenti inumani o degradanti”,….non c’è bisogno di questo articolo per vergognarsi ed indignarsi profondamente per quanto accaduto.
Qualcuno ha certamente sbagliato e dovrà rispondere di questa azione.
Alla Signora Shalabayeva ed alla sua bambina non è stata data nemmeno la possibilità di rivolgersi ad un giudice per verificare la legittimità della loro espulsione.
Si tratta certamente di atti che squalificano il nostro paese e che lo degradano al rango delle repubbliche delle banane dove i cittadini non hanno nessun diritto e dove la corruzione ed il malaffare governano.
Perché è l’ombra nera ed oscura della corruzione e degli affari inconfessabili che aleggia dietro alla terribile storia di questa madre e di questa povera bambina, che il nostro governo ha consegnato ad un destino inumano.
Forse per qualcuno la vita di una donna e di una bambina innocenti sono meno importanti di un contratto di fornitura del gas.
Il Movimento 5 Stelle pertanto condanna, senza se e senza ma, questo atto di incivile, inumana e vile violenza di stato che si è consumato ai danni di una donna indifesa e di una innocente bambina, che pensavano erroneamente di aver trovato rifugio in un paese civile e democratico e preannuncio che nei prossimi giorni il Movimento porrà in essere tutto quanto sarà possibile fare per scoprire chi sono i responsabili di questo ignobile misfatto che macchia in maniera indelebile il nome del nostro paese e soprattutto per scoprire quali sono i retroscena inconfessabili di questa vergognosa pagina della nostra storia..

**

TUTTO IL FANGO MINUTO PER MINUTO

blog: https://tuttoilfangominutoperminuto.wordpress.com/
Facebook:  https://www.facebook.com/pages/Tutto-il-Fango-Minuto-Per-Minuto-la-Controinformazione-a-Cinque-Stelle/471981799541447
Youtubehttp://www.youtube.com/user/TUTTOilFANGOminXmin
Twitter https://twitter.com/TutFANGOminXmin
Skype: tuttofangominutoxminuto
Mailtuttoilfangocontrom5s@gmail.com

Annunci

One thought on “Quando la #Shalabayeva non la considerava nessuno: la denuncia di #Giarrusso

  1. Pingback: I film di serie “Zeta” di #Alfano a #Giarrusso (e al #M5S) non piacciono. | Tutto il Fango Minuto per Minuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...