~ personalMente ~ Giuseppe #Civati e la sindrome del “Vorrei ma non posso” – di Rinaldo Capuano

personalmente1In data 28/06/2013 il deputato PD Giuseppe Civati, sul suo blog www.ciwati.it, ha pubblicato un post dal titolo “Cerchiamo di capirci” che riporto integralmente di seguito (http://www.ciwati.it/2013/06/28/cerchiamo-di-capirci/):

In poche ore, i grillini rinunciano ad avere un assessore a Roma e attaccano violentemente il Pd in aula, parlando della sua mozione come di una supercazzola (letterale).

La linea non cambia: nessuna alleanza con nessuno, sono tutti uguali, solo il MoVimento rappresenta la lettura corretta della realtà, non ci interessano le contraddizioni altrui, nemmeno quando potrebbero portare a qualche risultato, no, noi andiamo dritti per la nostra strada.

La posizione è legittima e legittimata dai pasticci combinati dal Pd e su questo penso di essere stato chiaro più di altri.

Quello che mi chiedo è, banalmente, a che cosa serva. Mi spiego: senza l’attacco del gruppo parlamentare, i deputati del Pd che avrebbero dato la loro astensione sulla mozione sui caccia F-35 sarebbero stati il doppio. E quattro volte i firmatari della mozione, che nel Pd erano una sparuta minoranza. Troppo poco e troppo pochi, secondo qualcuno, d’accordo, ma avrebbero consentito una presa di posizione molto più significativa per il futuro: così, invece, hanno vinto quelli che agli F-35 sono affezionati. E che li vogliono prendere tutti o quasi.

A pensarlo non sono solo io, ma anche gli amici e compagni di Sel, che si sono scocciati parecchio. E a pensarlo sono quelli che come me vorrebbero vedere notevolmente ridotti gli stanziamenti per gli F-35 e per le spese militari.

Lo stesso vale per la giunta Marino: se a decidere fosse stata la rete (a cui curiosamente ci si appella solo quando la rete sembra autorizzare la linea dura), probabilmente un assessore a cinque stelle ci sarebbe, a Roma.

Capisco che la mia sia una posizione di minoranza nel Pd (e anche nel M5S, dove prevalgono i massimalisti, diciamo così), ma a me interessa solo la sostanza. E la sostanza in politica è certamente dire le cose che ci sembrano giuste, ma è anche cercare di farle passare, le cose che ci sembrano giuste.

La testimonianza è una cosa bellissima, ma – come già per il governo e per il Presidente – sarebbe bello anche vedere qualcosa, essere elementi di quel cambiamento che tutti dichiarano essere l’unico faro del proprio progetto politico.

Il Pd è timido e indeciso, legato al Pdl in una maggioranza innaturale e poco concreta (finora pochissimo) e ne sbaglia parecchie, ok. Secondo me, ne sbaglia parecchie anche il M5S.

Poi dopo prendetevela con me, ma da qualche parte del vostro firmamento sapete che ho ragione. E che anche queste contraddizioni prima o poi esploderanno e brilleranno come fanno le supernove. Lassù, in un cielo molto scuro.

All’onorevole Civati io rispondo come segue:

OSSERVAZIONE #1: “In poche ore, i grillini rinunciano ad avere un assessore a Roma…” – E ci mancherebbe altro! La coerenza innanzitutto e a qualsiasi costo, compreso il rischio di estinzione. Il MoVimento NON fa alleanze. Punto. Può piacere o non piacere, ma le cose stanno così da sempre e le campagne elettorali sono sempre state fatte all’insegna di questa linea politica. E da noi la coerenza è un valore assoluto e non negoziabile. Mi rendo conto che da altre parti non è così, ma è un problema che deve riguardare le altre parti, non noi.

OSSERVAZIONE #1 – BIS: “In poche ore, i grillini rinunciano ad avere un assessore a Roma…” – Ammesso che si possa ipotizzare un MoVimento alleato con qualcuno, non sarà MAI con QUESTO PD. Il giorno in cui tutti i partiti si saranno ripuliti per bene, e in particolare i partiti che a chiacchiere fanno delle questioni morali una bandiera più di quanto facciano altri, allora eventualmente ne possiamo riparlare. Forse.

OSSERVAZIONE #1 – TER: “In poche ore, i grillini rinunciano ad avere un assessore a Roma..” E qual è il problema? Per le cariche amministrative non esiste il meccanismo del voto di fiducia, e Marino ha i numeri per amministrare autonomamente. E in più, il caso Sicilia insegna che se vengono fatte buone proposte i voti del MoVimento non mancano.

OSSERVAZIONE #1 – QUATER: “In poche ore, i grillini rinunciano ad avere un assessore a Roma…” – A cosa serve un assessore M5S a Marino? Ad avere una sponda se ogni tanto si deve smarcare dal suo PD? Mi dispiace, ma noi conserviamo una dignità e non siamo la sponda di nessuno.

OSSERVAZIONE #2: “…attaccano violentemente il Pd in aula, parlando della sua mozione come di una supercazzola” – Perchè lo è, mica per altro. Il PD ha discusso in Parlamento per stabilire di rimandare al Parlamento (e ci mancherebbe!) ogni futura decisione in merito all’acquisto di eventuali altri F-35. Come definire un’azione del genere se non “supercazzola”?

OSSERVAZIONE #3: “La linea non cambia: nessuna alleanza con nessuno […] quello che mi chiedo è, banalmente, a cosa serva” – Serve a non cadere in un abbraccio mortale che ci farebbe diventare come loro. Come TUTTI loro.

OSSERVAZIONE #4: “Senza l’attacco del gruppo parlamentare, i deputati del Pd che avrebbero dato la loro astensione sulla mozione sui caccia F-35 sarebbero stati il doppio. E quattro volte i firmatari della mozione, che nel Pd erano una sparuta minoranza” – La scelta di ASTENSIONE è una cosa che lascio a Ponzio Pilato. Da un partito che si definisce di sinistra, in merito a una questione come questa degli F-35, io mi aspetto la scelta di CONTRARIETA’.

OSSERVAZIONE #4 – BIS: “Senza l’attacco del gruppo parlamentare, i deputati del Pd che avrebbero dato la loro astensione sulla mozione sui caccia F-35 sarebbero stati il doppio. E quattro volte i firmatari della mozione, che nel Pd erano una sparuta minoranza” – In pratica ha detto che il PD decide sulla base della permalosità e non sulla base di ciò che ritiene giusto o sbagliato per la popolazione italiana. Ok, perfetto, bene, bravi, bis!

OSSERVAZIONE #5: “A pensarlo non sono solo io, ma anche gli amici e compagni di SEL, che si sono scocciati parecchio” – Gli amici e compagni (?) di SEL si saranno anche scocciati parecchio per l’intervento di Di Battista, ma poi hanno votato nel modo giusto. E questo indica chiaramente che chi si appella all’offesa derivante dalla parola “supercazzola” per giustificare la vergognosa retromarcia che c’è stata al momento della votazione è consapevolmente in malafede e mente sapendo di mentire.

OSSERVAZIONE #6: “E la sostanza in politica è certamente dire le cose che ci sembrano giuste, ma è anche cercare di farle passare, le cose che ci sembrano giuste” – Per questo basta fare come ha fatto SEL, e cioè votare a favore delle cose giuste anche se un intervento in aula di un parlamentare di una forza opposta può aver dato fastidio. Ma la verità è che è più facile fare come ha fatto il PD, tanto si trova sempre chi è disposto a seguire.

OSSERVAZIONE #7: “Il Pd è timido e indeciso […] e ne sbaglia parecchie, ok. Secondo me, ne sbaglia parecchie anche il M5S” – Pensi al PD, che al M5S pensiamo noi.

OSSERVAZIONE #8: “Queste contraddizioni prima o poi esploderanno e brilleranno come fanno le supernove” – Questo è quello che succederà al PD al prossimo Congresso, il destino che aspetta noi è un altro.

OSSERVAZIONE FINALE: E’ stato molto interessante leggere questo post di Civati, ma ancora più interessante è stato leggere i commenti che si è ritrovato da parte dei suoi lettori. Su quel fronte sembra che a molti l’intervento di Di Battista sia piaciuto.

**

Se vuoi inviare le tue opinioni, riflessioni da dibattere su “Tutto il Fango Minuto per Minuto” fallo inviando il materiale al nostro indirizzo di posta elettronica con oggetto “personalMente”.

Annunci

One thought on “~ personalMente ~ Giuseppe #Civati e la sindrome del “Vorrei ma non posso” – di Rinaldo Capuano

  1. “il PD decide sulla base della permalosità e non sulla base di ciò che ritiene giusto o sbagliato per la popolazione italiana”…come quando ad una telefonata di Piero Ricca che si spacciò per un attivista del PD Fassino rispose che Rodotà non era stato votato perché “proposto da Grillo”, che tra l’altro non fu solo quello il motivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...