~ personalMente SPECIAL~ Italioti, vi meritate Alberto Sordi – di {ThElMan}

palombella rossaSia chiaro: quello che leggerete in questo articolo é stupido, frustrante e autoreferenziale. Lo dico tanto per avvertirvi, poveri sfigati che non siete andati al mare e state passando, come me, il pomeriggio su internet.

Aveva ragione Nanni Moretti, ve lo meritate Alberto Sordi, inteso come simbolo (voluto) del qualunquismo italiota. Vi meritate le frasi fatte, i luoghi comuni, il “son tutti uguali”. Vi meritate Canale 5 e i programmi di merda di Raiset che vi imbambolano il cervello. Vi meritate quel banale senso di italianitá da inno nazionale cantato giusto durante i Mondiali di calcio e vi meritate il poró poró poroppoppoppopó tra la prima e la seconda strofa.

Vi meritate anche di essere rincojoniti da Grillo, quando vi sfiora l’anima e vi fa vibrare, portandovi a votare qualcosa che non avete capito e che poi criticate aspramente giusto poi per avere qualcosa di cui parlare davanti al vostro cappuccino tiepido e al vostro caffé macchiato al vetro, perché, giustamente, non capite un cazzo di niente.

Vi meritate Striscia la Notizia e le Iene, che vi fanno sentire meglio, piú informati, consapevoli dei grandi temi di cronaca rosanera del macellaio che vende carne scaduta e dell’immigrato buono che salva il gattino sull’albero. Vi meritate Scanzi e Civati, cerchiobottisti dell’ultima ora, agnellini travestiti da clown, che vi fanno sorridere e vi prendono per il culo senza nemmeno che ve ne rendiate conto.

Diciamocela tutta: vi meritate questo paese. Vi meritate la sabbia dentro il panino con la cotoletta e le dita appiccicate dopo esservi mangiati il cocomero sotto l’ombrellone. Vi meritate altri 20 anni di Berlusconismo di sinistra e di Dalemismo di destra. Vi meritate quindi anche Berlusconi, ma tutto tutto, eh, dall’inizio alla fine.

Vi meritate la benzina a 2 € e vi meritate Prodi, Napolitano e quel senso di smarrimento quando non capite perché “tutto sto casino per eleggere il Presidente della Repubblica che tanto non conta un cazzo“. Vi meritate di pagare le auto blu, la loro benzina, la manutenzione e vi meritate che vi parcheggino sul posto degli handicappati, in doppia fila e che vi sorpassino in autostrada sulla corsia d’emergenza.

Vi meritate l’amnesia e Craxi, Poggiolini e Andreotti. Vi meritate di non riuscire a capire perché la trattativa Stato Mafia sia una delle pagine piú vergognose di questi 150 anni di Repubblica e vi meritate pure la Mafia, la Camorra, la Ndrangheta e la Sacra Corona Unita. E peccato che non ci sia piú la Mafia del Brenta. Vi meritate che vengano distrutte le intercettazioni di Napolitano e di non capire come mai Dell’Utri fondi Forza Italia giusto il giorno dopo l’accettazione del “papello”.

Insomma, non vi meritate molto, voi italioti, il peggio del peggio che avete contribuito a creare in prima persona con complicitá diretta, con il silenzio o semplicemente con la vostra stupiditá.  Non meritate la memoria che gente come Travaglio, star del giornalismo, ma anche di tutti quei giornalisti sconosciuti che ancora indagano e non si arrendono, tentano di non far morire. Non meritate Nanni Moretti, che 30 anni fa vi spiegava giá di quanto eravate idioti.

Non meritate l’onesta di quegli italiani, che siano ex comunisti o ex nazionalisti, che siano tesserati PD o Forza Nuova o che appartengano al M5S o Lista Civica 20 Banane, e che lottano ancora credendo che il nostro sia un paese decente in cui vivere e tentare di costruire qualcosa di buono.

Non meritate di nominare Pecorelli, Falcone, Borsellino e tutte le vittime dimenticate, e peggio ancora nascoste, di questo stato assassino, Non meritate OccupyPD, quel manipolo di poveri idealisti che credono ancora in qualcosa di “sinistra” e che sono certi che il PD, Veltroni e Renzi siano il bene e Forza Italia e il PDL siano il male. Non meritate gli attivisti del MoVimento 5 Stelle che si spaccano il culo dalla mattina alla sera e le liste civiche interforze che raccolgono le firme per i referendum o per le proposte di legge popolare.

Non meritate niente, italioti. I vostri figli andranno via dall’Italia e vi stará bene. Io andró via e sará anche per colpa vostra, e non perché avete o meno votato M5S nel 2013, sticazzi, ma perché nel 94 avete permesso alla rivoluzione di Tangentopoli di fermarsi ad Arcore, perché massacrato Di Pietro e il pool di Mani Pulite, perché vi sete indignati per l’arbitro Moreno di Corea Italia e non per il fallimento (programmato) della bicamerale. Per questi motivi, e per altri 1000, siete e sarete complici della disgregazione che oggi tanto vi tiene occupati al bar con altri italioti come voi.

Io me ne andró (e anche qui ci sta bene un esticazzi) , scopriró un po’ di mondo ma continueró a lottare per la mia Italia, nonostante ci siate anche voi, pezzenti e miserabili che non siete altro. Bene, é finito questo personalMente Special. Ora, se permettete, mi vado a rivedere “Un americano a Roma“,  poi “Palombella Rossa” e dopo ancora “Aprile“, che con questa canicola voglio proprio capire come andrá a finire sto paese.

**

Se vuoi inviare le tue opinioni, riflessioni da dibattere su “Tutto il Fango Minuto per Minuto” fallo inviando il materiale al nostro indirizzo di posta elettronica con oggetto “personalMente”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...