~ personalMente ~ Ontologia nella sconfitta – di Luca Malatesta

personalmente1

28 maggio 2013 – di Luca Malatesta

Non sono un troll, non sono uno spalatore di merda, e alle politiche vi ho votato, ma ho le mie critiche da farvi: le amministrative le avete perse per una ragione ontologica, che nessuno ha voluto o potuto spiegare.

La ragione è che il Movimento 5 Stelle non candida i politici di professione. Vero,  benissimo. Ma i politici di professione sul territorio sono come quei  parroci che se ne fottono del vaticano: sono quelli che ti fanno rifare la strada sotto casa, ti aiutano quando un vigile corrotto vuole la mazzetta per non farti la multa ai tavolini del bar, ti ascoltano. Rompono i coglioni alla pubblica amministrazione che dorme in conto terzi.

Non sul web ma al bar, per la strada.

Queste persone che spesso sono brave persone – nel senso che non sono più figlie di mignotta di qualunque commerciante medio – hanno la sola colpa di avere (magari da trent’anni, quando essere in un partito era cosa diversa) una tessera in tasca. Qui si trattava di fare politica dal basso, e non dall’alto come per le nazionali. La rete è un ottimo media alternativo  se contrapposta alla stampa (i giornalisti vi odiano almeno quanto voi odiate loro), ma sul territorio conta la storia, e voi dovete farvela.

Piantatela di dire che gli italiani sono coglioni solo perché non vi hanno votato, anche perché poi si offendono e vi mandano affanculo. Fidatevi. Io a questo giro non ho votato voi perché il mio candidato lo conosco da dieci anni almeno, so chi è il suo padrone e chi gli sta sul cazzo, e so che se fossimo in un Paese normale lui sarebbe un eccellente politico, ma senza tessera in tasca, non  avendone avuto bisogno.

Spero mi pubblicherete.

Buon lavoro

**

Se vuoi inviare le tue opinioni, riflessioni da dibattere su “Tutto il Fango Minuto per Minuto” fallo inviando il materiale al nostro indirizzo di posta elettronica con oggetto “personalMente”.

Annunci

2 thoughts on “~ personalMente ~ Ontologia nella sconfitta – di Luca Malatesta

  1. Luca, ma con quale spirito sei nel movimento, sempre se ci sei.
    Garibaldi doveva avere una tessera per fare quello che ha fatto e Mazzini, Mameli tutti con la tessera di qualche ondivago partitino?
    Se dobbiamo perdere perche’ l’italiano medio vuole la piccola tangente e noi non gliela diamo, pazienza. Ce ne faremo una ragione.Ma a testa alta possiamo dire di aver fatto solo il nostro dovere.

    • a parte questo, dalla mia esperienza non mi risulta proprio che i politici locali siano le tanto brave persone che non ti fanno fare la multa dal vigile urbano (che, se è una multa corretta, non vedo proprio perchè non dovrebbe essere fatta): a me risulta che siano quelli che, per esempio, si spartiscono i posti in comune, nella polizia municipale, tra i vari appalti, ecc. ecc. ecc.
      Che poi, invece, il M5S debba affidarsi a persone PREPARATE, in primo luogo, e conosciute PER IL LORO IMPEGNO (non per la disponibilità al clientelismo) anche a livello locale, su quello non ci piove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...