Ingroia scioglie Rivoluzione Civile. Pronto un nuovo format per le (?) masse: Azione Civile.

1367255574_ingroia_0-jpg-crop_display2 Maggio 2013

{ThElMan} – “Il risultato insoddisfacente delle elezioni politiche del febbraio scorso ha indotto ognuna delle componenti a una riflessione profonda della nuova fase politica al proprio interno”. Con queste parole Antonio Ingroia, l’ex magistrato coraggioso al centro dell’indagine sulla joint venture tra stato e mafia, annuncia lo scioglimenti di Rivoluzione Civile.

L’ex candidato Premier Ingoria, aggiunge che “i soggetti che hanno dato vita a Rivoluzione Civile hanno deciso all’unanimità di considerare conclusa questa esperienza”.

Il partito usa e getta é una caratteristica usuale della prima repubblica e nessuno ne é indenne, compreso Antonio Ingroia, e i soggetti di cui parla l’ex magistrato sono, nell’ordine,  Angelo Bonelli (Verdi), Luigi De Magistris (Movimento Arancione), Oliviero Diliberto (Pdci), Antonio Di Pietro (Idv), Paolo Ferrero (Prc) e Leoluca Orlando (Rete2018). Il destino di questi signori,  “trombati” eccellenti alle elezioni politiche del febbraio 2013,  al momento appare sconosciuto.

Il trasferimento ad Aosta vs. Riscossione Sicilia spa.

Oggi come oggi sappiamo solo che Ingroia dará vita ad una nuova formazione politica, ovvero Azione Civile, e non si avvalerá dell’appoggio strategico dei suoi ex alleati. Ingroia, prbabilmente, ripartirá dalla politica locale sul territorio siciliano agli ordini di Crocetta. Il Presidente dell’ARS (Assemblea Regionale Siciliana) agli inizi di aprile aveva giá proposto  a Ingroia l’incarico come Presidente della “Riscossione Sicilia spa”, azienda partecipata dell’ARS, incarico peró respinto dal CMS, che in tutta risposta lo aveva trasferito ad Aosta.

L’ex candidato Premier e ex (?) Magistrato Ingroia, presentando ricorso al TAR, aveva dichiarato che sarebbe stato piú utile agire sul territorio con un’incarico per “Riscossione Sicilia spa”, piuttosto che essere in soprannumero ad Aosta.

Chissá, forse l’essere il Leader di questa nuova forza politica, Azione Civile, sará considerato come un “legittimo impedimento” al trasferimento in Val d’Aosta, e finalmente potrá coronare il sogno di lavorare alla riscossione tributi nella regione siciliana.

Un fatto é certo: la battaglia politica di Ingroia non finisce con comunisti, verdi, dipietristi e retisti, ma continua verso nuove sfide elettorali, sancendo probabilmente il suo addio definitivo alla carriera di magistrato.

**

fonte

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2013/05/02/Rivoluzione-civile-scioglie-esperienza-conclusa_8641636.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...