Incredibile, su Facebook nasce il gruppo a favore di Luigi Preiti, lo sparatore di Montecitorio.

gruppo preiti28 Aprile 2013

Se lo sgomento dei fatti di oggi non vi era bastato, ecco qui un ingrediente in piú per farvi chiudere in bellezza la giornata.

Su Facebook nasce il gruppo pro Preiti, il folle che questa mattina, in Piazza di Montecitorio, ha sparato a due carabinieri, ferendone uno alla gamba e l’altro al collo, che si trova in gravissime condizioni, e a quanto si apprende dai medici, anche se riuscisse a sopravvivere (fondamentali le prossime 72 h) rimarrebbe molto probabilmente paralizzato.

Per ringraziare quinidi l’autore di questo gesto, si é pensato bene di fondare un gruppo FB a suo favore, il “Gruppo Luigi Preiti”. Nella descrizione del gruppo si legge: “dedichiamo questo gruppo alla sua disperazione e siamo contro a chi ha armato la sua mano, la casta con le loro iniquità e loro vera violenza“. Al momento sono 220 iscritti, e tra i commenti si trova un po’ di tutto, da chi difende la motivazione ma non il gesto, chi anche il gesto ma non l’obiettivo e invece chi entrambi. Alcuni commenti sono agghiaccianti.

Scrive Chiara:  “scusate, ma io difendo anche e soprattutto il suo gesto: sono milioni gli italiani che vogliono esattamente quello che voleva lui. E sogno il giorno in cui questo accadrà.”

Oppre il commento di Roberto: “beh chi semina vento raccoglie tempesta… mi spiace solo che il carabiniere non centrava nulla, ma d’altronde sono a difesa delle “istituzioni”.

Il piú folle é scritto da Derly Choosy, che dopo un lungo intervento chiude con: “PREITI LUIGI io sono sempre la voce fuori dal coro, per me oggi sei un EROE! Un EROE che merita più di chiunque altro di sentirsi italiano”

L’Admin della pagina, tal Raniero Tosoni, italiano che vive a Tirana, almeno stando alle sue informazioni pubbliche di Facebook, scrive, tra le altre cose un chiaro “RESISTI LUIGI“. Insomma, siamo alla pazzia totale, e non si comprende chi sia piú insano, se chi ha sparato o chi fomenta le “folle” (o almeno vorrebbe farlo) utilizzando un populismo devastante, banale e decisamente pericoloso.

Luigi Preiti, l’ uomo che ha sparato, ha deciso di sfogare la sua rabbia per la sua situazione personale impugnando una pistola con la matrice abrasa e comprata al mercato nero, al fine di uccidere delle persone. Se prendere ad esempio, o anche solo difendere, una persona chiaramente instabile di mente é normale, allora dobbiamo davvero farci delle domande, e dobbiamo farlo presto.

{ThElMan}

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...